Infatti aumentare la temperatura dell'acqua sanitaria in caldaia con l'acqua dura chè c'è in Emilia Romagna è un suicidio. Dopo qualche anno di funzionamento l'accumulo della caldaia si riempie di calcare costringendoci alla pulizia del boiler dal calcare. Diversamente se teniamo la temperatura bassa, a volte, ci vogliono anche 40 secondi perchè l'acqua calda arrivi al miscelatore, un grande spreco. Oggi parlerò dunque di un artifizio idraulico già utilizzato da anni che si chiama: Ricircolo.

Il ricircolo è un sistema idraulico che permette di ottenere l'acqua calda più velocemente al miscelatore più lontano dalla caldaia. Per ottenere questo meccanismo, l'idraulico, a partire dal miscelatore più lontano predisporrà una tubazione di ritorno al boiler della caldaia, ove l'acqua calda circolerà ad anello.

Circolatori impiegati

La classe di circolatori che si impiegano per la realizzazione del ricircolo sono esclusivamente ad uso sanitario. La girante di questi circolatori è magnetica, il moto viene quindi trasmesso magneticamente. Infatti il contenitore che ospita la girante è in inox, serve per garantire la circolazione in acqua potabile e lavorare meglio. Visto il consumo di corrente elettrica non è male disporre anche un orologio programmatore che accende e spegne la pompa di ricircolo solo in determinati orari. Questo permette di non avere il circolatore sempre in funzione anche in virtù del fatto che oltre al consumo elettrico abbiamo anche un consumo di gas.

Consumo maggiore di gas

Ovviamente questa soluzione porta a un consumo maggiore di gas come citato. Le tubazioni dell'acqua saranno parte della capienza del boiler, in un certo senso lo stiamo maggiorando. Le tubazioni vanno intese allora come prolungamento della superficie del boiler e ne aumenta quindi la superficie di dispersione. La caldaia partirà dunque più spesso ogni intervento per ristabilire la temperatura di isteresi.

Aprendo il miscelatore, con questo sistema, si ottiene immediatamente l'acqua calda senza tempi di attesa. Si tagliano gli sprechi di acqua e annullano i tempi di arrivo dell'acqua calda sanitaria. Per concludere sintetizzo i pro e contro della soluzione.

PRO

  • Consumo minore di acqua
  • Tempi di arrivo dell'acqua calda brevi o nulli

CONTRO

  • Consumo maggiore di GAS
  • Consumo di corrente elettrica