Questo sistema di regolazione è arrivato ad essere molto maturo, così come il termostato ambiente regola il periodo di funzionamento generale e le temperature, le valvole termostatiche permettono di equilibrare l'impianto e tagliare gli sprechi di calore. In condominio, le troviamo da anni installate insieme ai contacalorie, fanno parte del pacchetto contabilizzazione introdotto obbligatoriamente per i riscaldamenti centralizzati a partire dal 2016. Consentono un notevole risparmio di energia e un riequilibrio dell'impianto di riscaldamento, tant'è che sono censite sull'articolo Come fare per risparmiare sulla bolletta del Gas.

La valvola termostatica permette di regolare il calore nella stanza di riferimento. Molto tempo fa si usava abbondare il dimensionamento calorico di termosifoni, radiatori e caldaie, sicché alcune stanze risultavano più calde e altre più fredde. Con le valvole tradizionali è molto difficile strozzare il calore si un singolo termosifone, benché si possa fare almeno empiricamente contando il numero di giri. La valvola termostatica si può facilmente regolare attraverso i numeri che diventano visibili ruotando la testa termostatica. I valori di regolazione vanno da a 5 ossia completamente chiusa a completamente aperta.

La valvola termostatica si regola in automatico in base al calore ambiente, una volta impostata ad esempio a 3 (che corrisponde a 20°c circa), il bulbo in nafta si espande al raggiungimento dei 20°c ambiente e il termosifone si strozza. Per strozza si intende che si chiude poco a poco, privilegiando gli altri termosifoni della casa e risparmiando parecchie calorie nella stanza di riferimento.

Le valvole termostatiche sono lo strumento perfetto in tutte quelle condizioni dove vi sono altre fonti di calore, ad esempio ben si prestano sui radiatori di un secondo piano dell'abitazione. Infatti il calore tende sempre ad andare verso l'alto quindi il piano superiore è sempre leggermente più caldo di quello inferiore. In questo caso le calorie vengono bilanciate a favore del piano inferiore. Un altro caso di applicazione è la cucina e il salotto, in queste due stanze la valvola termostatica chiuderebbe il termosifone quando utilizziamo i fornelli (che sono apparecchio termico di tipo A) oppure il salotto se siete in 3 persone a mangiare producete calorie al posto del termosifone che giustamente all'arrivo della temperatura impostata si chiuderà risparmiando calorie.

La regolazione con le valvole termostatiche si è parecchio evoluta con quelle di ultima generazione. Oggi si hanno valvole termostatiche elettriche con sistemi di comunicazione Zigbee ( una variante energeticamente più economica del Wifi ) e display in inchiostro elettronico senza retroilluminazione. La maggior parte di queste valvole alloggiano 2 batterie stilo che possono durare fino a due anni.

Come regolare la valvola termostatica

Per aumentare o diminuire il calore nella stanza occorre ruotare la manopola di regolazione della valvola termostatica, posizionandola sul numero desiderato. Dopo di che il termosifone o radiatore mantiene la temperatura costante nella stanza. I numeri sulla manopola corrispondono alle temperature qui indicate:

  • Numero 0: Spento
  • Numero 1: 12°c
  • Numero 2: 16°c
  • Numero 3: 20°c
  • Numero 4: 24°c
  • Numero 5: 25°c

Nel comune di Modena la temperatura interna non può superare 122°C (20°C+2°C di tolleranza) ed il riscaldamento è consentito esclusivamente dal 15 ottobre al 15 aprile (salvo diversa ordinanza del Sindaco) e nella misura massima di 14 ore giornaliere, comprese tra le ore 05:00 e le ore 23:00 di ciascun giorno (Dicembre 2021).

Se il termosifone è tiepido

Non allarmatevi, tiepido o freddo significa che la temperatura impostata è stata raggiunta; termosifone ha una parte calda ed una parte fredda, significa che le valvole stanno funzionando correttamente facendo passare solo l'acqua necessaria per mantenere la temperatura impostata.

Consigli importanti

  • Non toccare mai e non rimuovere per nessun motivo il contatore per evitare conteggi non corretti del consumi; (per riscaldamento condominiale)
  • La manopola termostatica e il contatore non devono mai essere coperti da tende, bucato, copri-termo o altri oggetti;
  • La notte abbassate le tapparelle e chiudete gli infissi; (per risparmiare calorie) Non aprite le finestre senza aver prima chiuso l'erogazione del calore;
  • Abbiate cura di coprire le fessure e le fughe sul vostri infissi.
  • Arieggiate regolarmente per cinque minuti i locali aprendo le finestre e chiudendo l'erogazione del calore;
  • Nel periodo estivo non chiudete del tutto le manopole per evitare il blocco delle valvole termostatiche; caso di assenza per più di quattro giorni, lasciare la manopola su asterisco (antigelo) per evitare il gelo nelle tubazioni con conseguente rottura e lo spreco di calore.